Museo delle Civiltà

Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini"

"Ho stimato utile di iniziare, insieme col Museo, e qual necessario suo completamento, la raccolta delle pubblicazioni etnologiche e paleoetnologiche. Le prime sono fin qui assai poche, a motivo del costo di esse, ma altrettanto non è da dire delle seconde. Molte furono acquistate colla dote ordinaria, ma l'incremento maggiore procede da parecchi doni ricevuti da scienziati esteri, e più poi da quelli che feci io stesso. Giudicai opportuno di regalare alla nascente biblioteca, oltre a molte altre, tutte quante le scritture di paleoetnologia italiana, che riuscii a radunare con ore non poche nel lungo  periodo di vent'anni. Anche per questa parte insomma, come in ciò che si attiene alle varie collezioni del Museo, mi faccio un dovere di considerare, come indirizzato ad esso ogni dono che io ricevo. A me preme soltanto che questo Istituto riesca più che sia possibile utile agli studiosi, e degno della città ove è sorto".

 

Luigi Pigorini, 1881

Biblioteca

 

 

È una biblioteca specializzata che dalla fondazione dell'Istituto ad oggi rappresenta un fondamentale polo di riferimento per gli studi di archeologia preistorica e di etnoantropologia. Si è arricchita grazie ad importanti acquisti e lasciti, divenendo, con i suoi oltre 70.000 volumi, la più antica e ricca raccolta italiana di materiale bibliografico paletnologico ed etnoantropologico.

 

Il suo progressivo incremento è assicurato da una fitta rete di scambi del Bullettino di Paletnologia Italiana e delle altre pubblicazioni non periodiche dell'Istituto con le più importanti istituzioni scientifiche nazionali e internazionali di archeologia e di etnografia.

 

Le sue collezioni si sono notevolmente ampliate grazie a tre importanti acquisti: il fondo Edmund Leach (1991), il fondo Vittorio Lanternari (1997) e il fondo Antonio Radmilli (1999).

 

Complessivamente si tratta di circa 20.000 nuove unità bibliografiche che hanno trasformato la biblioteca in un vero "centro d'eccellenza" per gli studi di paletnologia e di demoetnoantropologia.

 

La Biblioteca ha proseguito la sua progettazione di cataloghi a soggetto e per materia attraverso la progressiva ricerca e verifica di lemmi e voci semantiche per l'indicizzazione dei volumi, avviando la creazione di un thesaurus relativo al materiale bibliografico riguardante il Neolitico.

 

Quest'ultima iniziativa si inserisce nell'ambito del Progetto "Il Neolitico in Italia" promosso e avviato insieme con la biblioteca dell'Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria: è stata redatta una prima bibliografia completa dei libri e degli articoli di rivista sul Neolitico in Italia posseduti dalle biblioteche romana e fiorentina, per un totale di circa 5.300 documenti.

 

I servizi di informazione bibliografica sono resi possibili dai cataloghi sia cartaceo sia informatizzato (la catalogazione informatica è stata avviata nel 1993). Nel corso del 2001 la biblioteca ha aderito ad un progetto per la creazione di un nuovo Polo SBN, formato da tre Biblioserver, uno artistico, uno relativo al restauro e uno paleo-etnografico: a quest'ultimo il Museo potrà dare un contributo determinante dal punto di vista della definizione dei criteri per la creazione di una banca-dati specialistica consultabile via Internet.

 

Fondi e raccolte

 

Collezione del Collegio Romano: circa 8.000 volumi e oltre 7.000 miscellanee di argomento preistorico ed etnografico.

Raccolte preistoriche ed etnoantropologiche correnti: 5.000 volumi.

Fondo Guido V. Callegari: 860 volumi americanistici relativi alle culture mesoamericane precolombiane.

Fondo Sir Edmund Leach: oltre 7.000 volumi, 4.000 offprints e 75 titoli di periodici di argomento etnoantropologico [consulta il catalogo della collezione].

Fondo Vittorio Lanternari: circa 3.500 volumi, 400 miscellanee, 200 titoli di periodici e 150 dossier di argomento etnoantropologico e storico-religioso.

Fondo Antonio Maria Radmilli.

Pubblicazioni periodiche: circa 1.000 titoli di cui 500 in corso, alimentate da oltre 400 cambi tra il Bullettino di Paletnologia Italiana e altrettante riviste specializzate di tutto il mondo (le pagine vengono aggiornate periodicamente, vedi la data ultima modifica in basso alla pagina).

Sezione audiovisiva (attivata nel 1990): 45 videocassette, 50 bobine di microfilm 35 e 16 mm (inventari del Museo, archivio fotografico Giglioli e Loria, archivio storico) e 600 microfiches (catalogo della collezione etnografica Giglioli, catalogo della biblioteca del Museum of Mankind di Londra).

 

 

 

 

Ministero per i Beni e le attività Culturali. Vai al sito

Piazza Guglielmo Marconi, 14 - 00144 Roma E.U.R. - +39 06 549521 - fax +39 06 54952310 - mail